La capacità e la lungimiranza delle imprese familiari sono tratti cruciali per gestire e pianificare ogni fase della vita di un’azienda.

Il Gruppo Cannillo, dopo aver raggiunto nel 2019 il traguardo prestigioso dei 50 anni di storia, è candidato alla X edizione del “Premio Di Padre in figlio – Il gusto di fare impresa”, che si rivolge a imprenditori di aziende familiari almeno alla seconda generazione, italiane e con un fatturato superiore a 10 milioni di euro.

Il Premio è promosso dalla Liuc Business School, in particolare dal Centro di Competenza su Strategic Management e Family Business, e durante la cerimonia conclusiva, che si terrà l’11 marzo, saranno premiati dalla Giuria presieduta da Fabio Tamburini, Direttore del Sole 24 ore, gli imprenditori per ciascuna categoria, nonché il vincitore assoluto del Premio.

“La nostra candidatura alla Categoria Apertura del Capitale è un’occasione notevole per celebrare i valori della famiglia e della tradizione – afferma Pippo Cannillo Presidente e Amministratore delegato di Despar Centro-Sud – qualità sempre al centro del nostro lavoro, prima e dopo il passaggio generazionale”.

“Partecipare a questa edizione del Premio Di Padre in figlio – spiega Franco Cannillo Fondatore e Presidente del Gruppo – rappresenta un’ulteriore tappa prestigiosa di una storia familiare che ha portato il Gruppo Cannillo, dal 1969, ad andare sempre più lontano, restando sempre vicino al suo territorio”.

Dalle radici ai rami, l’impegno, l’integrità, l’ispirazione e l’innovazione sono i valori che contraddistinguono più di 50 anni di storie e di traguardi.

https://cannillo.com/wp-content/uploads/2021/03/41-1.pdf

Articoli correlati